Iscriviti     Accedi
IsmiiihuAnnie

IsmiiihuAnnie

Ultimo avvistamento: Oggi
Ho 78 anni. Mi collego da Matera

Sacerdotessa di Iside..
I miei film preferiti

Non ho ancora inserito la lista dei miei film preferiti
IL MINIBLOG DI IsmiiihuAnnie

Tra boschi invalicabili e cipolle...
postato Gioved 25 Novembre 2021 - Ore 07:50

Da un po' di tempo seguo in modo silenzioso un canale sul Tubo gestisto da un batterista che vive dalle mie parti e che per la sua professione musicale si e' sentito colpito emotivamente dalla vicenda tragica di Viviana Parisi e del suo bambino Gioele..

Lui oltre a fare il batterista ha lavorato come impiegato all' interno del Tribunale per cui mastica concetti giuridici e conosce tanti avvocati..ma anche tanti cacciatori di funghi per cui da mesi, direi ormai anni ha deciso con la telecamera del suo Iphone di filmare e mettere sul Tubo i luoghi boschivi in cui si sono perse le tracce di Viviana e del bimbo..

A dispetto di tanti criminologi famosi, con una certa testa di tubero ma anche di intelligenza ha evidenziato le impossibilita' pratiche del luogo a rendere possibile quello che ormai ufficialmente le attribuiscono..

Io ho iniziato a leggerlo quando era praticamente uno sconosciuto ed il suo canale faceva pochi iscritti..ma presto la musica e' cambiata..e quel canale e' diventato frequentatissimo e con la gente piu' disparata..in modo particolare tante tante donne..che seguendo i ragionamenti del batterista intelligenti e umanamente toccanti hanno costituito una sorta di comitato femminile pro Viviana..

Questo dettaglio ha cominciato a dar fastidio a certi piani alti per cui sono iniziate opere sottili denigratorie verso certe donne..etichettate alla moda di Flood, Massaie..

Sono iniziate tutta una serie di considerazioni sulle stesse, con risvolti psicologici sulla loro inutilita' sociale che sinceramente trovarle all' interno di un trattato di criminologia non e' certo cosa comune..

Il ragionamento era semplice, Viviana era depressa, la massaia tipo si identifica con la depressione della stessa e conseguentemente la difende.

Mentre la massaia tipo  indi secondo certi ragionamenti la difende nella memoria, altri nel presente massacrano la massaia rea solo di aver espresso un parere..

Saro' io che sono complicata e la mia mente arzigogolata ma mi sono chiesta oggi come oggi che titolo sociale bisogna possedere per esprimere un parere..su qualsiasi vicenda della vita..

Come se la credibilita' di chi esprime una sua sensazione andasse di pari passo con la sedia su cui poggia il culo la persona ogni giorno.

Se la sedia e' girevole ed ha il rivestimento in pelle anche sintetica il parere e' valido se la sedia e' di legno intrecciata e collocata in una cucina dove magari ci sono pile enormi di stoviglie da igienizzare il parere e' totalmente privo di valore..

Per una volta magicamente non e' piu' il culo sulla vetta dei pensieri ma l' arredo.

Non mi e' molto chiaro ancora il passaggio dei pareri validati o meno ad intermittenza..come le luci di natale...perche' la vita alle volte fa i capricci e puo' capitare che da un arredo in pelle faccia saltare il tuo bacino su un piano dozzinale per cui..se hai emesso il parere il quel frangente di tempo non saprai mai se sara' convalidato o meno.

Il titolo e' tutto insomma..e' la dimostrazione di realizzazione sociale e di conseguenza se la societa' ti abilita ti regala anche l' autorevolezza delle cose che dici..oltre a creare muri di sospensioni elevatissimi, invalicabili tra le persone...

Flood si lamenta della separazione tra vaccinati e non senza rendersi conto che egli stesso ha confinato la massaia in una separazione ben precisa..

E cosi' come esistono con il virus cose paradossali altre ne esistono su altri piani sociali governati dalle etichette..

Mia figlia qualche tempo fa e' stata richiamata da una persona  perche' parlava con un uomo privo di etichetta...e quando mia figlia ha spiegato che quell' uomo era suo padre la persona e' andata in pallone..

La palla e' qualcosa di assolutamente affascinante..che fa girare i circuiti come le ruote di un Tir...solo che anche sui Tir di un certo tipo c'e' la segnalazione di Attenzione agli angoli Morti...per evitare proprio il Morto..

Sembra una cosa forse da ridere ma l' etichetta in quel caso serve a non farti piangere.come le cipolle quando da buona massai le sbucci a mano..

Le lacrime scendono in ogni caso..ma se te le procura il Tir hai il giusto titolo per poterti permettere di piangere, se e' invece la cipolla a procurale alla massaia, ebbene nemmeno il quel caso si ha il diritto ad un pianto liberatorio, perche' la cipolla anche quella di Tropea non regala punti validi in classifica alla Massaia.

Amen

<< Torna al miniBlog di IsmiiihuAnnie

Commenti:

Non ci sono commenti



Per scrivere un commento fai il login, o iscriviti, tanto gratis!



Chat Amici Blog Giochi online Termini del Servizio Privacy
© 2003-2021 FORMATC LTD. All rights reserved.