Iscriviti     Accedi
IlFabione

IlFabione

Ultimo avvistamento: 54 giorni fa
Ho 42 anni. Mi collego da Parma

I miei film preferiti

Non ho ancora inserito la lista dei miei film preferiti
IL MINIBLOG DI IlFabione

Balle e Paranoie...
postato Luned 23 Ottobre 2023 - Ore 23:59

Ormai ho capito che questo sito è infinito, non si sa bene se sia lasciato a se stesso e in quale assurdo modo possa generare degli introiti oppure se il creatore (del sito, intendo) lo conservi per una specie di tradizione o come ricordo. Ricordo nel quale, on-line figuravano molti utenti e, da quanto veniva ripetuto nei post, ancora prima che arrivassi io erano molti di più.

Sinceramente il sito si è innovato più nell'aspetto che nella forma, ormai i blog sono un modo di comunicare obsoleto e soprattutto i siti stanno venendo via via sostituiti dalle App...Ma qua si è deciso che la priorità era mettere il giallino al di sotto della scritta nera di Puntochat e peggiorare anche l'utilizzo del sito stesso, dato che le notifiche sui commenti non esistono più, mentre da altre parti possono arrivare notifiche anche solo per aver visitato un post o letto un messaggio.

Per uno che non ha social come me, questo sito (nonostante le sue carenze) rimane comunque un luogo dove poter sfogliare i post con leggerezza...Anche se questi, hanno ben poco da raccontare...

Tra i 3 scrittori principali (perché più unici che rari) troviamo un tizio che non si sa bene ancora quale alternativa politica proponga, dato che inizialmente sembrava essere il principale antagonista solo di uno di questi (come si intuisce dal suo nick), ma in realtà attacca qualsiasi fronte e qualsiasi governo. Così è facile, mancano idee e soluzioni, chiunque è in grado di attaccare conoscendo superficialmente la politica e valutandola solo per quanto vissuto quotidianamente nel proprio piccolo.

A proposito di conoscenze superficiali e conclusioni sconclusionate e raffazzonate, passiamo ad un altro del trio che con il passare del tempo è (e sta) peggiorando del tutto. Ogni innovazione è il preludio ad una guerra cosmica, la pandemia è stata una cazzata che si poteva risolvere con un'aspirina (lui ci sarà riuscito in quel modo, ma gli andrebbero mostrati tutti i nomi delle vittime della prima ondata), gli alieni, l'11 settembre, le cospirazioni, il microchip.....ma anche basta, finora non ho ancora visto né un alieno né un robot che sostituisce o uccide un umano, per non parlare della banalità e dell'inesistente ricerca di fonti attendibili....Ogni innovazione fa parte di un complotto che porterà inevitabilmente ad una sciagura o all'apocalisse, un robot, ad esempio, non potrà venir impiegato per le operazioni chirurgiche con percentuali di precisione del 100% in quanto macchina infallibile, ma dovrà per forza sostituire o sterminare gli umani Queste sono solamente PA-RA-NO-IE! Esistono dall'alba dei tempi e c'è chi si diverte mettendo in giro queste voci complottiste e soprattutto ci guadagna con la visibilità che regalate tramite click e visualizzazioni. Sveglia! Sono macchinazioni e speculaizoni sulla conoscenza superficiale degli argomenti. Evito di commentare la casa editrice che hai mostrato, basterebbe una banalissima ricerca per scoprire di cosa tratta, con quale validità scientifica e a chi si rivolge....

Infine troviamo un'ultimo scrittore, in realtà scrittrice, che in tutti i modi cerca di valorizzare solo ed esclusivamente ciò che arriva dal meridione (proprio come la tv di stato), minimizzando la realtà dei fatti ed il livello retrogrado e ottuso di mentalità, che è un dato di fatto ampiamente dimostrabile nella storia, nei comportamenti e soprattutto nella mentalità.

L'altro giorno mi è capitato di leggere un suo post, interessante la solita stucchevole e sbandierata solidarietà nei confronti degli immigrati (Andrebbero verificate le persone effettivamente scappate dalla guerra) per poi lamentarsi della conseguente svendita di Lampedusa. Mio nonno le avrebbe detto: "Signora ha voluto la biciletta? Ora pedali, valà".

Altra sua meraviglia di contributo che mi è capitato di leggere, riguarda Milano e la settimana della moda. Farebbe già ridere così, perché se si pensa a cosa c'entri questa persona e cosa ci faccia nella settimana della moda, sarebbe come immaginare me a Crotone a visitare la fiera della salamella.

A parte che io non credo a tutti questi viaggi tra Sud e Nord tanto raccontati, sarebbe un po' come il profilo di Tinder della ragazza media, praticamente vive di rendita ed ha tempo di girare il mondo e locali quotidianamente. Queste sono balle!

Una prova di ciò che dico, riguarda proprio il post su Milano. Basterebbe avere un minimo di conoscenza della città, per sapere che dietro la stazione principale, c'è una piazza dedicata solo ed esclusivamente al parcheggio dei taxi, i quali strabordano e spesso sono costretti a rimanere lungo la strada con le quattro frecce mentre si contendono clienti. Questo dimostrerebbe come non siano poi così introvabili soprattutto vicino all'area dedicata alla moda, dato che è in pieno centro così come la stazione principale che ne prende il nome (Centrale).

Al giorno d'oggi, sono poche le persone che hanno bisogno di prendere un taxy in una città come Milano servita e riverita da Bus, Tram, Treni e soprattutto Metro (che costano meno di un terzo di quanto costi il taxy). Chi sale su un taxy lo fa perché deve arrivare in periferia nei posti scomodamente raggiungibili con i mezzi, quindi imprenditori,procacciatori di affari o rappresentati non automuniti. Oppure signore poco avvezze all'uso della tecnologia, o ancora le Millenials con la frase tipica: " non c'ho sbatti di cercare, prendo un taxy tanto poi lo paga il papi". Altro profilo di chi prende il taxy a Milano sono quelle donne stile benestante, con la ricerca ossessiva di comfort in ogni situazione e l'atteggiamento illusorio, o immedesimato, da Vip.

Sarà un complesso di inferiorità che combatte volendo apparire come una donna di mondo che arriva a destinazione con l'autista in questo Nord pieno di cretini? Mah..

 

Altro punto facilmente spiegabile, sempre di quel post, riguarda la differenza tra Milano e Torino nonostante siano ad un paio d'ore al massimo.

Il discorso è semplice, sebbene ammetto di essere stato poche volte a Torino, ho notato che si  respira sempre un certo provincialismo e una rassegnazione sui tempi moderni e in particolare sulla conolizzazione immigrata, meridionale dapprima, araba, albanese e africana poi.

I veri torinesi vivono rintanati in centro ed escono solo di giorno per evitare incontri poco piacevoli, escono ancora meno rispetto alla prima invasione meridionale (incontrollata come le ultime).

Milano, invece, è ancora più meridionale e immigrata, praticamente quasi totalmente colonizzata. Essendo però unica città europea , oltre che motore e capitale economica d'Italia, presenta abitanti all'avanguardia tecnologica e sociale. Si formano studiando all'estero, appena possono scappano da questo stato invaso e sfruttato, vagano di fretta perché non hanno tempo da perdere ma obiettivi di vita da perseguire. Non stanno di certo a bivaccare nel paesino, parlando sempre con le stesse facce, vivendo la giornata in monotonia o con espedienti e andando a fare il riposino pomeridiano come gli anziani. Loro perseguono obiettivi utili a loro ma anche alla società, sono l'esempio di evoluzione dell'essere umano italico.

Ovviamente il primo pensiero di un milanese che al giorno d'oggi viene fermato per un'indicazione come si usava negli anni 90 è questo:

"Ma adesso che vuole questa giargiana che mi importuna mentre sto andando a lavoro? E' dal 2010 che esistono gli Smartphone con Googlemaps ed internet alla portata di tutti, praticamente ovunque ed in qualsiasi momento"

Ecco spiegato.

 

Questo scritto è stato doveroso, era già in previsione un mesetto fa, ma meglio tardi che mai.

Ora mi addormenterò, immaginandomi i soliti futuri post che mi faranno venir voglia di replicare, io praticamente sono uno di quelli che scrive saltuariamente, ma sicuramente sono più obiettivo, elastico e sincero.

Buona notte e buone note.

 

 

<< Torna al miniBlog di IlFabione

Commenti:

FloodForYou
Inserito il: 24-10-2023

eccheccacchio per

anche io scrivo qua eh
perch non sono stato menzionato ?

buona notte va

ecchecc

Ushiabta
Inserito il: 24-10-2023

Perche' tu sei amico della sua amica..eh..non poteva denigrarti..e poi fai colore quando si mette i collant..

Ushiabta
Inserito il: 24-10-2023

Fabio' ma vieni con l' alloro sulla capa all' appuntamento??

No perche' se un laureato mi scrive "un ultimo" scrittore con l' apostrofo mi porta piu' che altro a pensare che sia titolo farlocco regalato al rag Fantozzi..eh..

FloodForYou
Inserito il: 25-10-2023

per adesso voglio sapere chi la mia amica che sua amica e che usa collant

che poi...io preferisco le autoreggenti eh

Ushiabta
Inserito il: 25-10-2023

Vieni all' appuntamento anche tu, facciamo una cosa a tre..eh..

FloodForYou
Inserito il: 25-10-2023

...inchia...sono pi di mille chilometri

Ushiabta
Inserito il: 25-10-2023

Lo so da sempre che sei sul vintage da urlo...e Lauretto assai piu' di te...





Per scrivere un commento fai il login, o iscriviti, tanto gratis!



Chat Amici Blog Giochi online Termini del Servizio Privacy
© 2003-2024 FORMATC LTD. All rights reserved.