Chat gratuita
Login:
MrKlein

MrKlein

Ultimo avvistamento: 3 settimane fa
Ho 0 anni. Mi collego da Roma

Cammina leggera perché cammini sopra i miei sogni.
I miei film preferiti

Non ho ancora inserito la lista dei miei film preferiti
IL MINIBLOG DI MrKlein

La solitutdine dei numeri primi
postato Venerd 11 Gennaio 2019 - Ore 15:21

Ho fatto un viaggio. Prima però ho vomitato. E’ sempre così quando inizio un viaggio, oppure quando vado in un posto. Un posto che fa umanità e dove tutti hanno una busta. Una busta di dolore, che persiste sleale, senza sospensioni. Senza recipienti abbastanza capaci per accogliere certe percezioni, sentendoti disperso mentre inclini la testa alla ricerca dei tuoi odori. Come consolazione di poter respirare in silenzio, tra le mattine bastonate, inseguendo il torpore dei sogni, in attesa di infilarti tra le ferite che chiudono il giorno. E’ sempre così quando inizio un viaggio oppure vado in un posto. Forse perché mi perdo nell’odore del sangue o in una domenica di gennaio, nel dolore degli altri. Come ci si perde in un pioppo dentro un eternità di agosto. Nell’erba bruciata dal sole. Fra le schegge dell’aria umida che divide i giorni e non esige movimenti. Solo giuramenti che nuotano a galla sulle quelle labbra strinate, mentre sei dappertutto e in nessun posto. Fino al momento in cui apri gli occhi e ammazzano un cristo, ritrovandoti in un corpo spini di riccio ed un serto di aghi. Tutto questo per un’eternità sterile, da ripetere ogni ora su questa terra e bruciare senza voce. Crudo di parole. Tutto questo finché il pulviscolo non ci dividerà, anche se non hai nemmeno quarant’anni e gli occhi belli senza il trucco. Oggi mi sono lavato nel sangue. Il sangue non sporca mai.
<< Torna al miniBlog di MrKlein

Commenti:

PietraUL
Inserito il: 11-01-2019

Se non ricordo male tu sei stato in Messico anni fa..e li la leggenda in alcuni templi Maya recita che il rosso che ancor s' intravede sia frutto di martiri umani e non di colori di altra specie..

Ps: bentornato

camormorac
Inserito il: 11-01-2019

Mi dispiace, per questo oggi, per questo sangue e traslando, per quel che si trova dietro ad esso; e che più io non possa avvicinarmi, fragile, che umanamente più non possa.

ritornello
Inserito il: 14-01-2019

"Come ci si perde in un pioppo dentro un eternità di agosto" e tutto galleggia in una sfera di pensieri pesanti.





Per scrivere un commento fai il login, o iscriviti, tanto � gratis per sempre!



Chat Italiana
CHAT AMICI BLOG GIOCHI LIFESTYLE MUSICA VIDEO