Chat gratuita
Login:
I_rossa


I_rossa

Ultimo avvistamento: 5 giorni fa
Ho 42 anni. Mi collego da Olbia

I miei film preferiti

Non ho ancora inserito la lista dei miei film preferiti
IL MINIBLOG DI I_rossa

Imperturbata!


Ti chiami NGC 2937 e sei una piccola galassia ellittica nella costellazione dell’Idra. Te ne stavi lì tranquilla a convertire idrogeno in stelle quando hai incontrato lui, NCG 2936. Era più grande di te e aveva questi lunghi bracci a spirale, che tu non ha mai avuto. La gravità ha fatto il resto: vi siete avvicinati e avete iniziato un rapporto esclusivo.

Succede anche a noi, quaggiù.

E anche quando succede a noi gli esiti possibili sono sostanzialmente tre. O ci si unisce in armonia o ci si distrugge a vicenda. Voi ovviamente avete scelto la terza strada: non vi siete mai uniti davvero e uno dei due ora è sfigurato. Guardalo: ben poco è rimasto ormai della sua struttura a spirale originaria. Si intravede ancora quello che un tempo era il suo brillante nucleo centrale, ma i bracci sono letteralmente piegati dallo sforzo. La sua fatica è evidente. Nelle regioni più a contatto con te stanno nascendo nuove stelle a milioni. Li vedi, NGC 2937, tutti quei puntini azzurri rivolti verso di te?

Nulla di tutto questo sembra però impressionarti particolarmente, vero? Te ne stai lì apparentemente imperturbata, come non fosse successo niente. Del resto si sa: quando la galassia con la spirale incontra la galassia ellittica, quella con la spirale è una galassia morta. Lui è lì, irriconoscibile, deturpato, mentre tu tranquilla continui a convertire idrogeno in stelle come da antica abitudine.

Eppure, lo vedi, continua a starti vicino.

Ha creato quella struttura ad arco per continuare a vegliare su di te, per continuare a proteggerti.

Succede anche a noi, quaggiù.

Postato Gioved 07 Novembre 2019 - Ore 20:11 | Commenti (5)    


...


"Coglione". Dal latino classico "coleus", testicolo. Sebbene parola di uso volgare, "coglione" vanta un passato nobile e un inaspettato numero di valori figurati in grado di evolvere nel tempo. Per esempio, "toccarsi i coglioni" da ancestrale rivendicazione all'autodeterminazione riproduttiva muta in altero veicolo di opposizione al volere degli dei, e solo nella storia più recente il significato vira verso istituti negativi. A dimostrazione di tali trasformismi semantici basti pensare al condottiero Bartolomeo Colleoni che, nel 1400, usò con orgoglio il proprio patronimico e, ancora oggi, viene ricordato come Bartolomeo Coglione. Nel 1616 Galileo Galilei apostrofò Lodovico delle Colombe e la sua truppa, animatori del primo processo contro lo scienziato, come "lega del Pippione", giocando sul doppio significato toscano di piccione/coglione. Così da simbolo di coraggio e ardore, "avere i coglioni" come espressione di virilità, possono diventare manifestazione di malessere e fastidio, "rompere i coglioni", formulazione che ne richiama fragilità e preziosità. La sacca scrotale può altresì riferirsi al rifiuto -"fuori dai coglioni", urbanistica interna- o declinarsi nella forma verbale della meraviglia: -"Mecojoni!". Eppure ciò che più mi ha appassionato di questa interessante disamina è il significato che prende nell'alludere a una persona sciocca, incapace, superficiale. Il ciondolare dei testicoli. L'attitudine all'essere trasportati delle correnti d'aria della vita sino a giungere beffardamente proprio lì, a due passi dallo scopare davvero, ma non riuscirci mai. Non capire cosa succede dentro, a pochi centimetri dalla vagina, ma essere sempre e comunque sul cazzo del vincitore, a prescindere. In una parola, un "Coglione", E insomma, niente, si imparano sempre un sacco di cose quando inizi a googlare "Puntochat..
Postato Domenica 27 Ottobre 2019 - Ore 07:33 | Commenti (6)    


Sulle pareti di mattone si vede il colore della passione


Postato Sabato 26 Ottobre 2019 - Ore 23:44 | Commenti (3)    


..


..e poi spiare senza alcun fine se non quello di sentenziare l'immoralita altrui, la merda degli altri puzza sempre di piu diceva Hank vè? E con le capacita cerebrali di un porcospino di pezza giudica, sentenzia, pietrifica le sue verità assolute e dissonanti, detentore ultimo di ogni verità, pontifica senza conoscere, giudica senza capire, e cosi ogni illusione diventa realtà e l'ego smisurato ne gode, ora mi faccio bello e simpatico che tanto poi c'è sempre la versione ufficiale che assolve da ogni male. Capire significa etichettare. L'incoerenza, l'ambiguità, la falsità, il doppio gioco, queste sono le sue ostie immacolate. Persino la rotazione terreste è a sua discrezione.

E se per caso dovessi incontrare qualcosa di bello e pulito basta cagarci sopra e insultarlo! è proprio vero che la vita non è altro che un gioco alla follia, e con scrittura infantile quanto i tuoi ragionamenti io ti saluto e ti maledico, perche tanto alla fine è questo che vuoi, la storia insegna. Sai solo distruggere ogni cosa bella che ti sfiora. Quando e se guarirai forse lo capirai!

Postato Marted 22 Ottobre 2019 - Ore 06:41 | Commenti (4)    


Mescalero.


Strariperanno alfine i fiumi dell'impotenza
gli argini, rabbiosi ed incapaci,
non reggeranno l'urto di una vita mal spesa.
L'onda sarà fuggevole, immensa
e recherà con sé ogni sorta di detriti:
una brillante idea figlia di vetuste ideologie,
una lampadina rotta,
le chiavi del paradiso e le porte dell'inferno,
un cuore affranto, storpiato e sbeffeggiato dal riflesso
di un vetro infranto.
L'asso di cuori, il due di picche,
un'esistenza colata a picco.
Un paio di occhiali da svista,
l'uso della ragione senza ragione,
l'abuso di potere e l'abbandono costante del podere,
il lei non sa chi sono io! E il conosci te stesso!
Le parole di moda, i modi di parlare,
i concetti privi di valore e i soggetti privi di volere,
le verità rivelate, i dubbi rivoluti,
l'assenza di pensiero
trasformata nell'essenza del pensiero.
Le frasi fatte
il farsi da soli
il farsi e basta,
il gioco del rovescio, il rovescio della medaglia,
le medaglie appuntate sul petto,
le divise militari e quelle civili.
I discorsi di circostanza
e le circostanze che li giustificano.
Il giorno del giudizio e il dente del pregiudizio.
Solo una cosa saprà resistere,
caparbia, indomita,
ma se ne è perso il nome.

Postato Sabato 19 Ottobre 2019 - Ore 20:39 | Commenti (16)    





Postato Marted 15 Ottobre 2019 - Ore 21:06 | Commenti (2)    


Chat Italiana
CHAT AMICI BLOG GIOCHI LIFESTYLE MUSICA VIDEO