Chat gratuita
Login:
salva71


salva71

Ultimo avvistamento: 26 giorni fa
Ho 48 anni. Mi collego da Belluno

aspetta che sia sera, assicurati che non vi siano i pali della luce, accertati che il degrado urbano non sia neanche lontanamente visibile, guarda in alto e inizia a sognare....
IL MINIBLOG DI salva71

sei fugace, come le tue gioie


 

 

 

 

 

questo e' un momento difficile in Iraq.

Anche a casa tua e' un momento difficile.

tutti i momenti sono difficili.

devi scegliere ogni secondo. e la scelta, scegliere e' crudelta'.

tu sei crudele, gli altri sono crudeli.

il tuo rapporto con tuo marito, tua moglie, tuo padre, tuo fratello, tua mamma non funziona. e' fatto di odio latente.

ci si condiziona a vicenda, non c'e' liberta'.

senza liberta' l'amore diventa qualcosa di estramamente egoistico.

quindi non e' amore, perche' l'amore non si puo' riferire alla tua egoistica sfera personale.

ti hanno ridotto a dovere valorizzare qualcosa che non esiste, la tua persona. il tuo.

la comunita' essendo fasulla, visto che ognuno e' chiuso nella propria stanzetta, ecco che questo io diventa l'unica cosa che ha importanza. un fardello per tutta la vita

 

 

 

 

 

 

Postato Marted 12 Novembre 2019 - Ore 16:24 | Commenti (1)    


e' anche cosi'


 

 

 

e'

e' come mai penseresti che fosse

il tuo pensiero non ci arriva

i tuoi desideri sono tutt'altro

e'

e non e' per te

eppure tu sei proprio e'

passi una vita a volere te, ma in una forma diversa

chiami te con sette miliardi di nomi diversi

 

 

Postato Venerd 26 Aprile 2019 - Ore 22:04 | Commenti (2)    


non parliamo di soldi


 

 

le parole devono essere quelle giuste,

quelle che non ci fanno stare male.

 

i gesti, quelli giusti

i giusti comportamneti

strade pulite

tanto verde

macchine parcheggiate alle periferie della citta'

tante persone che passeggiano

i bambini

gente sedute sulle panchine all'ombra di una pianta a leggere un libro

l'amore e' tutto qua

la comunita', un'unica famiglia, gente che si vuol bene, curata e che si cura degli altri

non ci sono distinzione tra le rose di un roseto 

spero come al solito di non aver venduto nulla

 

 

 

Postato Luned 08 Aprile 2019 - Ore 08:19 | Commenti    


penso anche a te


 

 

 

 

i veri datori di lavoro sono i poveri. sono loro che mantengono in vita il mostro del lavoro retribuito. mi ricordo un film di Toto'. il suo personaggio che si complimentava con il committente analfabeta della lettera, proprio perche' questi non sapeva scrivere. da allora seppur in forme diverse non e' cambiato assolutamente nulla. leggevo stamattina su una rivista che l'uomo piu' ricco in Italia e' Ferrrero, quello della Nutella. e' vero che la Nutella da' lavoro a tante persone, compresi i dentisti, ma chissa' quanti danni sociali pone in essere, considerando il pienone che abbiamo negli ospedali e l'uso smodato di farmaci di ogni tipo. di certo chi si accosta in modo continuativo a questo alimento ha quasi sicuramente delle carenze, delle mancanze. come nel film, siamo sempre nell'ambito dell'ignoranza, tutto sommato

Postato Domenica 17 Marzo 2019 - Ore 08:53 | Commenti    


parleremo nell'amore


 

 

 

 

disperati in mezzo al mare. disperati negli ospedali. poverta'. vizio.

l'immondizia che diventa strumento per fare la propaganda politica.

affari. commesse. appalti. soldi. gente che sogna di andare in pensione. si sogna per essere vecchi. sfruttamento. lotta per la sopravvivenza. si desidera un lavoro, poi si desiderano piu' soldi. poi si desidera.

funziona cosi'. il mondo e' malato, tu sei malato. oppure tu sei malato, allora il mondo e' malato. eppure si pensa che la propria vita sia sempre una caso a parte. in realta' i destini sono comuni.

la tregua e' scambiata per felicita' 

 

 

 

 

 

 

Postato Domenica 03 Febbraio 2019 - Ore 13:53 | Commenti    


passo' l'autunno


 

 

 

 

poteva essere una settimana perfetta, invece non lo e' stata.

a causa di un piccolo dettaglio. assolutamente imprevedibile.

niente, si riparte daccapo. con umilta' no, perche' si convive ancora con quel senso di ingiustizia, di essere stato perseguitato dalla malasorte.

pertanto si convive al momento con brutti sentimenti, debilitanti, che tolgono preziose energie.

il peggio e' che' c'e' la classica fretta del diavolo.

chissa' chi ricorda tutti i motivi e le circostanze della prima guerra mondiale.

chissa' chi ricorda tutta la storia.

di solito si tratta di storie di morti ammazzati.

si muovevano eserciti di persone che non avevano nessuna scelta, che senza alcuna preparazione si ritrovavano infreddoliti e morti di fame in campi di battaglia con la sola speranza di sopravvivere.

siamo quello che siamo, ma non diciamocelo, perche' siamo anche molto altro.

quindi per principio di onesta' si dovrebbe stare solamente zitti

 

 

 

 

Postato Venerd 11 Gennaio 2019 - Ore 19:26 | Commenti (2)    


Chat Italiana
CHAT AMICI BLOG GIOCHI LIFESTYLE MUSICA VIDEO