Chat gratuita

Il Muro di PuntoChat

Il posto dove poter discutere di tutto e di più.
Oggi è dom mag 26, 2019 9:54 am

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 2 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: il mondo antico e quello di oggi
MessaggioInviato: sab dic 30, 2017 9:16 am 
Non connesso
New Entry:

Iscritto il: mer lug 22, 2009 6:02 pm
Messaggi: 9
E’ cosa istintiva prima ancora che di buon senso avere una buona opinione del mondo di una volta e ritenerlo migliore di quello attuale. I nostri avi erano magari poveri materialmente ma straordinariamente ricchi di saggezza (si pensi ad esempio a tanti proverbi, che ancora oggi adoperiamo), e capaci di vivere in pienezza secondo quei valori che oggi vengono tanto sbandierati ma ben poco praticati.

Poi, molti problemi sociali di oggi - due su tutti: casa e lavoro – un tempo non esistevano. Le case coloniche nelle quali vivevano i contadini di un tempo, per quanto prive dei comfort e delle comodità moderne, potevano ospitare più famiglie, anche numerose, C'era spazio per tutti, chi si sposava non aveva bisogno di indebitarsi con le banche per comprare un appartamento. Gli anziani non erano isolati, vivevano lì col resto della famiglia, che beneficiava della loro saggezza e li assisteva nel momento del bisogno.
Oggi molte persone risiedono in spazi ristretti, veri e propri “buchi” ai limiti della vivibilità, in condizioni ancor più insostenibili delle pur dure condizioni abitative di una volta. Ed è superfluo stare a discutere di cosa voglia dire oggi pagare un affitto o un mutuo.

Oggi sappiamo bene cosa sia, per un giovane, la ricerca di un lavoro, una volta invece già da bambini si era “assicurati contro la disoccupazione”: nascevi da contadini che abitavano e coltivavano una terra e quindi, male che andasse, avresti fatto anche tu il contadino. Non erano moltissimi quelli che potevano permettersi di studiare, ma per costoro era assai più facile, rispetto a oggi, raggiungere una posizione sociale adeguata al proprio titolo di studio, perchè il titolo stesso valeva davvero qualcosa, non essendo ancora diventato un fenomeno di massa.

Una volta nei nostri paesi e città non c’era quell’elevato tasso di delinquenza che vi si riscontra oggi: ladri e farabutti non mancavano neppure allora, ma non c’era l’attuale Far West, e poi certi delitti efferati che di questi tempi sono frequentissimi una volta erano rari come le eclissi di sole; i piccoli paesi erano delle oasi di tranquillità, la cronaca nera riguardava perlopiù le città, mentre oggi anche nei paesini di campagna nessuno può sentirsi completamente al riparo da furti, rapine e altro ancora.

Ogni cosa era fatta con più arte: i monumenti, le chiese, le case di una volta, frutto di architetture basate su un vero senso estetico, sono costruzioni piene di eleganza, armonia e proporzione.
Ci sono invece chiese moderne che sembrano palazzetti dello sport, roba da inorridire, e villette e condomini recenti che, vuoi per il colore, vuoi per la struttura, sono un vero pugno nell’occhio per chi li guarda.
Le suppellettili antiche hanno anch’esse un fascino immortale dovuto alla loro eccellente raffinatezza e danno lustro agli ambienti in cui si trovano.

Anche dalla musica traspare in maniera rapida ed eloquente lo spirito e la realtà di allora: certe canzoni e canzonette d'epoca hanno una poeticità e una melodia che riflette in sé l’idillio del mondo antico.

Da qualsiasi prospettiva si guardi la nostra epoca, si avverte il bisogno di un ritorno all'antico, al bel modo di essere e di fare di una volta, alle belle tradizioni. Bisogna rifare all’inverso il percorso che ci ha portato dal mondo a misura d’uomo dei nostri avi a quello degradato e immorale in cui viviamo.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: il mondo antico e quello di oggi
MessaggioInviato: mar mar 06, 2018 1:45 pm 
Non connesso
Carpentiere:
Carpentiere:

Iscritto il: dom apr 27, 2008 10:45 pm
Messaggi: 238
Concetti molto condivisibili i tuoi, ma con una conclusione purtroppo utopistica: indietro non si può tornare, non c'è davvero nessun modo per farlo.
Alle cose che hai enunciato aggiungerei che non siamo preparati ad affrontare la realtà odierna in quanto non ne conosciamo dinamiche e funzionamento e ne siamo completamente disorientati perchè il mondo di oggi (come hai ben detto) è assolutamente opposto e diverso da quello che esisteva in un passato pur cronologicamente vicino, ma lontano anni luce per tutti gli altri aspetti. Ad aggravare il nostro senso di disorientamento è anche il modo in cui questo cambiamento è avvenuto, assolutamente repentino e inaspettato in quanto eravamo vissuti con la convinzione che certe cose conquistate non potevano essere più perdute, come ad esempio il miglioramento sociale e un maggior desiderio di globalità e il superamento poco a volta di barriere nazionali ed ideologiche cui aspiravamo nel passato. E invece il mondo di oggi in modo inconcepibile ci ha riportato indietro nelle prospettive e ci ha fatto bruscamente risvegliare dalle illusioni. Un risveglio terribile come un pugno nello stomaco.
Ma ahimè, credo che non ci possano essere ritorni alla positività pensando al passato, l'unico modo per superare questa fase è cercare di viverla pienamente con il desiderio di conoscerla meglio per poterla migliorare e poterne contrastare le atrocità, le bruttezze e i suoi aspetti più nefasti ed inaccettabili per l'animo umano. Ce la dobbiamo fare, non so come, ma dobbiamo farcela.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 2 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it