Chat gratuita
Login:
Oroerame

Oroerame

Ultimo avvistamento: 11 giorni fa
Ho 48 anni. Mi collego da Bologna

I miei film preferiti

Non ho ancora inserito la lista dei miei film preferiti

IL MINIBLOG DI Oroerame

Tu Coglione!


Che dici? Dici che ti senti svuotato e che la tua vita fa schifo?
Hai ragione! Sei vuoto. Fai schifo. Eggia’…..
Saresti ancora in tempo, sai? In che cosa hai investito finora? In figa? Ancora?
Sempre la figa al primo posto? Ancora? Ancora al primo posto? Non metto in dubbio sia bella ma non poteva finire qualche volta al terzo o al quarto posto? Ogni tanto!
Cazzo, ti sei allenato come un pazzo, sei tutto un muscolo, solo ed esclusivamente per quello? Per la figa?
Sei diventato come una spettacolare confezione regalo senza il regalo dentro. Sei vuoto. Sei tutto involucro. Solo contorno. Te lo credo che ti senti svuotato. Anzi, mi chiedo svuotato da cosa. Mica ti sei mai riempito da poterti poi svuotare. Hai allenato i muscoli ma ti sei dimenticato di allenare l’anima. Non hai pompato la mente. Te lo sei scordato proprio.
Quanto ti lamenti! Ma con chi ce l’hai? Oggi fai il gattino perché improvvisamente sei stato stirato da un profondo senso di inutilità? Ma e’ vero, sai? Sei perfettamente inutile. Passi le tue giornate a fare un lavoro che non ti piace, passi il tuo tempo libero ricurvo su un telefono a giocare con giochi idioti e a condividere le solite 4 vaccate che facevano tanto ridere e oggi francamente fanno solo un po pena. Fai parte dell’esercito dei selfie. Poi cerchi il karma, i chakra, mangi sushi. Sei tatuato male. La tua bellezza sfiorirà e con lei i tuoi tatuaggi scoloriti.Pensi di essere trasgressivo e invece sei quanto di più ammaestrato e uniformato si possa immaginare.Fai il tuttologo e giudichi tutto e tutti. Non sai niente e giudichi. Leggi mezzo giornale all’anno, scritto da un servo del potere che ti induce un pensiero che tu non puoi avere perché non ti informi di un cazzo, e vai in giro per il mondo reale e non a diffondere il tuo non sapere. Odi i Negri per inerzia perché dentro di te sei in perenne guerra. Fai uno sforzo, abbi un pensiero tuo scaturito da una riflessione e da un momento di silenzio alla ricerca di te stesso. Si, lo so! Lo so che quando guardi dentro te stesso senti puzza di fogna ed è meglio che tu prenda le distanze da quel tuo te stesso. Ti capisco. Sei forte quando ti racconti! Parli di valori, di etica, di senso civico. Racconti quello che vorresti essere e non riesci a essere. Quanto sei bravo a prenderti per il culo! Sei abitato da eserciti di piccoli Hitler e vaghi per il mondo a predicare valori, parola di cui nemmeno conosci il significato. Non sai nemmeno cosa sia il sacrificio, cosa voglia dire sacrificarsi per inseguire un obiettivo e ti ritieni adatto ad insegnare agli altri a stare al mondo. Hai un numero non contabile di bisogni indotti che nemmeno sai più riconoscere cosa sia il necessario e cosa sia superfluo. Vivi ruzzolando alla bell’emmeglio sperando in qualcosa che nemmeno sai cosa sia e che comunque non succederà mai. Speri nella fortuna. Spera, spera pure. Un giorno forse ti troverà, o forse no. Hai messo il profilo francese ancora prima di capire cosa fosse successo. E’ così che dimostri al mondo la tua sensibilità. Non avevi ancora capito niente ma non resistevi. Non potevi mancare. Non potevi far mancare il tuo il tuo contributo di sapere. Non potevi non condividere. Non potevi non condividere i 2 che scopavano in aereo. Potevi non farlo. Potevi non prendere parte a quello spettacolo barbaro e inelegante e invece hai scelto di partecipare. Hai scelto di appartenere e condividere, dicendo che il mondo fa schifo, prestandoti tu stesso a promuovere lo scempio. Sei quello che forma la colonna di 8km per guardare l’incidente dall’altra parte e sei talmente scemo che nemmeno te ne rendi conto. Pensi siano gli altri a peggiorare il mondo. Sei confuso. Sei tu a ridurre sto posto una merda. Sei perte iperattiva.Fai parte di quella categoria di persone che vorrebbe che il mondo migliore lo costruissero gli altri, per poi usufruirne senza ritegno. Fai parte di quelli che i politici rubano ma non perde occasione per approfittare di ogni situazione favorevole. Pretendi solidarietà senza mai aver regalato un sorriso, un abbraccio, una pacca sulla spalla a chi non poteva darti niente.
Sei uno dei veicoli dello schifo e ti lamenti di quanto faccia schifo il tuo vicino. Poi deve essere successo qualcosa che ti ha colpito, eh, ? E oggi ti senti di merda. Eggia’…
E ora che fai gli occhioni da cerbiatto bastonato e spereresti in una parola di incoraggiamento. In un po di calore genuino. Eggia’….
Hai seminato polpette di merda e oggi ti sei accorto che non potrai raccogliere pepite d’oro.
Hai investito solo in vestiti e un po’ di lusso che non potevi permetterti per fare il fenomeno. Invece di ritenerti un mucchietto di ossa con un po di polpa intorno, hai sempre pensato di essere il migliore di tutti. Migliore in cosa? Ora che non sei più un ragazzino ti guardi intorno e….che succede? Succede che ti senti solo? Succede che capisci che tutti quegli amici se ne sono andati? Succede che tutti quei clitoridi isterici che si sono concessi più per disperazione che per attrazione, ora, ora che hai il problema esistenziale, ti girano alla larga? Che brutto risveglio!
C’è una buona notizia per te. Non è ancora troppo tardi. Mettiti vicino a qualcuno che i valori non li sbandiera ma più che altro prova a sostenerli. Mettiti un po zitto e circondati di persone che ne sanno più di te. Ci vuole poco, sai! Sei ignorante! Ignori le cose e le persone. Hai avuto solo rapporti superficiali. Mettiti ad ascoltare senza orecchie. Investi sulla tua personale conoscenza ed esci dal vortice dell’esserci a tutti i costi. E’ meglio poco con un senso che il tutto confuso. Il fine ultimo è la pace interiore. La guerra ti uccide anima e corpo.
Nessuno può salvarti. Solo tu puoi. Alzati e cammina, coglione.

Ti hanno raccontato che non si fanno più figli e tu ci hai creduto. Digli che siamo 7 miliardi e mezzo e che almeno 2 di questi non hanno nemmeno gli occhi per piangere. Ogni tanto ricordati di ragionare con la tua testa. Ricordati di dare da mangiare a quella testa di cazzo perche ha fame e sete. E sarebbe ora che smettessi di frignare e facessi vedere di essere quell’uomo che a parole dici di essere.
Buona fortuna.

Questa storia brutta e’ unicamente frutto della mia fantasia e sponsorizzata dalla Coca Cola.

 

Postato Venerd 28 Luglio 2017 - Ore 18:29 | Commenti (4)    


Chat italiana
CHAT AMICI BLOG GIOCHI LIFESTYLE MUSICA VIDEO